, , , ,

Il Patronato torna in Carcere, via allo sportello Inca per detenuti e lavoratori

Nella mattinata di oggi 23 Gennaio 2023, insieme alle compagne e ai compagni del Patronato Inca Cgil di Bologna, di Fp e Spi Cgil Bologna, e del Presidente di Fare Impresa in Dozza Gianguido Naldi, il segretario della Camera del lavoro di Bologna Michele Bulgarelli ha incontrato la direttrice della Casa circondariale Dozza di Bologna Rosa Alba Casella e il personale amministrativo e di polizia penitenziaria. L’obiettivo era ufficializzare la ripresa di un importante servizio del sindacato territoriale oltre le mura del carcere: quello che svolgerà per detenuti e personale della struttura il Patronato. Un'”operazione di solidarietà” per chi vive il carcere da detenuto, come ha sottolineato Bulgarelli. Ma anche “un’occasione per portare questo importante servizio agli oltre 400 lavoratrici e lavoratori dei vari comparti”. 

Per due volte al mese, gli operatori del il Patronato Inca sarà presente per fornire ai detenuti e al personale dipendente dell’amministrazione penitenziaria informazioni, consulenza e assistenza in materia previdenziale ( pensioni, naspi, ecc.) e di tutela della salute ( invalidità, malattia professionale, ecc). Per quanto riguarda i detenuti, le richieste di assistenza verranno in un primo momento raccolte da personale di polizia penitenziaria ed educatori, e poi inoltrate all’Inca che incontrerà gli interessati in occasione degli orari dello sportello. Procedura simile per i lavoratori e le lavoratrici, che faranno richiesta di appuntamento per una specifica prestazione e potranno risolvere così più rapidamente e agevolmente il rapporto con enti previdenziali e assistenziali.

Un servizio simile era già presente alla Dozza fino agli anni precedenti la pandemia di Covid. “Ma da ora lo sportello sarà più strutturato e organizzato – dice la Direttrice di Inca Bologna Laura Cavicchi -, daremo un servizio importante e con continuità tanto ai detenuti quanto ai lavoratori”.

In seguito, Bulgarelli e il segretario di Fp-Cgil Bologna hanno infine partecipato, insieme alle operatrici dell’Inca, all’assemblea sindacale per il personale civile della Dozza che è stata occasione per presentare ai lavoratori il servizio. Ma all’incontro si è discusso anche di carichi di lavoro, carenza di organico, svalorizzazione del lavoro pubblico e del logoramento del potere d’acquisto degli stipendi anche di fronte all’inflazione crescente.