, ,

Caro bollette, Odg dell’assemblea generale Spi-Cgil Bologna

Ordine del giorno

Iniziative di contrasto al “caro bollette

L’Assemblea Generale dello Spi Cgil territoriale di Bologna, riunita in data del 3/2/2022 in videoconferenza, esprime forte preoccupazione rispetto al forte incremento dei costi energetici, del gas e dei carburanti. Questi rincari stanno mettendo in grave difficoltà numerose famiglie con problemi economici causati dalla perdita di lavoro, da lavori precari, da pensioni basse, e nello stesso tempo, stanno minando i bilanci dei Comuni, delle Regioni delle ASL e creando ulteriori condizioni di crisi per l’economia anche a seguito di una impennata dell’inflazione.

Ritiene che le azioni messe in campo dal Governo, attraverso i bonus energia siano insufficienti per tutelare famiglie e pensionati e che, viceversa, servano misure adeguate per evitare che l’aumento dei costi energetici si scarichi sullo sviluppo dei servizi pubblici e sui relativi costi a carico dei cittadini.

Occorrono, quindi, strategie complessive che vadano verso una decisa accelerazione della transizione energetica, contrastando le speculazioni, ponendosi l’obiettivo prioritario di uno sviluppo che privilegi le scelte di energie rinnovabili ed ecosostenibili e permettendo al nostro Paese di essere meno dipendente dall’estero negli approvvigionamenti di materie prime.

Lo Spi Cgil territoriale di Bologna, condividendo i contenuti del documento CGIL, SPI e Federconsumatori dell’E/R, ribadisce la necessità di:

  • indirizzare una quota degli utili di bilancio delle multiutility verso misure di calmieramento delle tariffe;
  • adottare scelte da parte delle multiutility che prevedano ulteriori possibilità di pagamenti rateali delle bollette;
  • evitare eventuali distacchi delle forniture a fronte di morosità incolpevole da parte delle famiglie.

Infine lo Spi CGIL territoriale di Bologna, continuando a mantenere il suo impegno nella contrattazione sociale e territoriale, chiederà alle Istituzioni locali di:

  • promuovere ed incentivare le comunità energetiche come strategia per la tutela dell’ambiente, per il risparmio economico in un’ottica di comunità e solidarietà;
  • prevedere ulteriori sostegni alle famiglie in difficoltà con i pagamenti delle bollette, anche attraverso la costituzione di fondi specifici;
  • sostenere la campagna di informazione e di sostegno i cittadini per la presentazione delle domande di accesso ai bonus previsti dal Governo.

Bologna, 1 febbraio 2022