,

Scomparsa di Assunta Serenari, il cordoglio della Cgil

Ciao Assunta. Martedì scorso, 21 dicembre, è venuta a mancare Assunta Serenari, compagna da sempre vicina alla Cgil e mamma di Elena Massarenti, nostra operatrice di Inca e Teorema. I funerali si terranno oggi 23 dicembre: dalle 11,45 alle 12,40 la camera ardente scoperta in Certosa. La cerimonia al Pantheon della Certosa dalle 13,00 alle 15,00.La sepoltura verrà fatta venerdì mattina alle 10,30 al cimitero di Montalbano (Comune di Firenzuola).Sin da giovane attenta ai temi del sociale e agli esclusi, da operatrice ed assistente sociale del carcere Dozza di Bologna iniziò ad allacciare i rapporti con la Funzione Pubblica Cgil prima, e con la Camera del lavoro poi, anche facendo parte del Coordinamento Donne del sindacato e impegnandosi attraverso di esso per le pari opportunità dietro le sbarre. In seguito, all’inizio degli anni Novanta, venne distaccata come funzionaria del sindacato di via Marconi, dove seguì l’esperienza del C.I.L.E. (Centro iniziative contro l’esclusione sociale) e fondò nel 1993, insieme ad un gruppo di compagni e compagne, la rivista dei senza fissa dimora “Piazza grande”, di cui era coordinatrice. Per la Cgil mantenne sempre la responsabilità dei rapporti con la rivista, che negli anni si ingrandì divenendo l’importante associazione che oggi conosciamo sotto le due Torri. Responsabile da fine 1996 del C.I.L.E., l’esperienza in CGIL la vide anche componente del Comitato direttivo della Camera del lavoro di Bologna, e del Consiglio direttivo dell’AUSER di Bologna. Fu inoltre fra i fondatori della Consulta permanente cittadina contro l’esclusione sociale di Bologna come rappresentante dell’AUSER, e referente per la CGIL sul mercato del lavoro nel progetto REINTEGRA – Integra e Enter – Integra di Bologna come responsabile del C.I.L.E.- CGIL per l’inserimento nel mercato del lavoro di donne svantaggiate.Negli ultimi anni aveva ravvivato un’altra passione, dedicandosi principalmente alla formazione professionale e sindacale. Ai famigliari di Assunta il nostro più caro abbraccio in queste ore di sofferenza.