,

Mai più fascismi, presidio sabato a Granarolo

Insopportabili, inaccettabili, indecenti, le scritte apparse sabato
scorso al “Borgo dei Servizi” di Granarolo dell’Emilia.
Non sottovalutiamo il messaggio oltraggioso e minaccioso, nei
confronti del sindaco Alessandro Ricci e della CGIL, accompagnato
da simboli volgari e nazisti.
Il gesto vigliacco ha scelto di colpire proprio il giorno che decine di migliaia di persone
partecipavano a Roma alla manifestazione organizzata dai sindacati come risposta
democratica agli attacchi squadristi alla sede nazionale della CGIL.
Come sezione ANPI di Granarolo dell’Emilia esprimiamo solidarietà e vicinanza dei
confronti del sindaco e della CGIL, vogliamo reagire con forza a questa ferita che una
mano oscura ha aperto nella nostra comunità, siamo vicini anche ai lavoratori del
poliambulatorio di Granarolo che sono stati indirettamente coinvolti.
Chiediamo alle forze politiche, ai sindacati, alle associazioni,
agli antifascisti, ai cittadini tutti di aderire e partecipare al
presidio democratico ed antifascista
indetto per sabato 23 ottobre alle ore 10,00 presso
il Monumento ai Caduti del Parco della Resistenza, per
reagire alle minacce e per portare vicinanza e solidarietà nei
confronti del sindaco Ricci e della CGIL.


Aderiscono:
 CGIL Bologna e San Lazzaro/Budrio
 CISL Area metropolitana bolognese
 UIL Emilia Romagna e Bologna
 Partito Democratico Granarolo dell’Emilia
 Rifondazione Comunista
 Granarolo Civica ODV

Anpi Budrio, San Lazzaro e Ozzano