, ,

Mai più fascismi, Cgil Cisl e Uil Bologna e Area metropolitana: “Porteremo oltre quattromila persone alla manifestazione unitaria indetta per domani a Roma”

Un’adesione e uno sforzo organizzativo incredibili e ben oltre ogni aspettativa, se pensiamo che il grande appuntamento antifascista di domani 16 ottobre a Roma è stato annunciato solo domenica scorsa. E’ il primo dato che salta agli occhi nel commentare la straordinaria partecipazione di chi vive a Bologna alla grande manifestazione Cgil Cisl e Uil indetta a piazza San Giovanni, dopo la drammatica devastazione della sede del sindacato di Corso Italia avvenuta lo scorso 9 ottobre per mano di gruppi neofascisti, e i crescenti gesti intimidatori a cui sono sottoposte varie sedi territoriali.

Saranno oltre duemila le persone che raggiungeranno la capitale in treno, e altrettante quelle che saliranno sui pullman dall’intera area metropolitana per prendere parte all’iniziativa “Mai più fascismi. Per il lavoro, la partecipazione, la democrazia”. Continuano comunque ad arrivare richieste di partecipazione, per cui il numero è destinato a crescere ancora. Molti mezzi partiranno dal capoluogo, altrettanti bus dai comuni del territorio, per consentire a tutte e tutti di partecipare ad una così importante manifestazione nel modo più agevole possibile. E oltre alle migliaia di lavoratori e lavoratrici, pensionate e pensionati, giovani, semplici cittadini, alla chiamata alla partecipazione di Cgil Cisl e Uil hanno risposto anche il neoeletto sindaco di Bologna Matteo Lepore, che domenica scorsa aveva portato la propria solidarietà in via Marconi insieme ad altri autorevoli esponenti della politica, diversi primi cittadini dell’area metropolitana, e rappresentanti del mondo dell’associazionismo come Anpi, Arci, Libera e tante associazioni studentesche.

E’ un desiderio di esserci fortissimo, quello espresso dai bolognesi, che era già esploso in un abbraccio spontaneo domenica mattina, quando in migliaia si erano presentati davanti alla sede della Camera del lavoro metropolitana per testimoniare, al grido di “Bella ciao”, tutta la solidarietà e la vicinanza contro le immagini della barbarie di estrema destra che, solo la sera precedente, video e fotografie ci avevano consegnato.

E così, sottolineano i segretari di Cgil Bologna, Cisle Area metropolitana bolognese e Uil Emilia-Romagna e Bologna, Maurizio Lunghi Enrico Bassani e Giuliano Zignani, “anche domani la nostra città Medaglia d’oro della Resistenza testimonierà in piazza a Roma il credo sincero e sentito ai valori dell’antifascismo, della democrazia e della legalità, senza paura e a testa alta”.

Bologna, 15 ottobre 2021

Cgil Cisl Uil Bologna e Area metropolitana bolognese

Lunghi Bassani Zignani