La FP CGIL di Bologna denuncia ancora un’aggressione nel carcere bolognese della Dozza. Nella giornata di giovedì 9 settembre, tre detenuti del primo piano giudiziario, hanno aggredito 4 agenti che, nella colluttazione, hanno riportato contusioni varie e sono stati costretti alle cure ospedaliere. Gli agenti, a cui esprimiamo solidarietà e vicinanza, hanno avuto prognosi rispettivamente di 18, 14, 3 e 2 giorni. La situazione della Casa Circondariale continua ad essere potenzialmente esplosiva, anzi il tasso di sovraffollamento è ulteriormente in crescita e i detenuti presenti sono più di 740. Nella stessa giornata, un tentato suicidio presso il reparto semiliberi, che il pronto intervento degli agenti, a cui va la nostra riconoscenza, ha sventato in tempo ed il peggio è stato scongiurato. La FP CGIL torna a chiedere misure urgenti per alleviare le condizioni di detenzione e migliorare quelle lavorative del personale perché non ci rassegniamo all’idea di un Istituto penitenziario che ormai ha bisogno di eroi.

Bologna, 10 settembre 2021

FP Cgil Bologna

Salvatore Bianco