Il confronto svoltosi questa mattina tra il Prefetto e i Segretari generali confederali metropolitani di Cgil, Cisl e Uil ha consentito di chiarire gli aspetti di gestione e di presidio della Piazza Maggiore, in relazione agli eventi del Primo Maggio e alle iniziative correlate.
E’ stata valutata la recente manifestazione dei sindacati autonomi presso la Camera del Lavoro di Bologna, a giudizio dei Segretari generali sbagliata nei modi e nei toni utilizzati, in quanto rischia di innescare una “guerra” tra poveri, oltre ad alimentare un clima di tensioni che possono pregiudicare la tenuta dell’ordine pubblico.
Infine i tre segretari hanno fatto presente il rispetto dell’uso dello spazio pubblico, in ragione di un Verbale siglato con il Comune di Bologna, in data 1 febbraio 2018, a coloro che palesano atteggiamenti e comportamenti che richiamano il fascismo, nel rispetto della Costituzione e di una città medaglia d’oro della Resistenza.
Domani Cgil, Cisl e Uil terranno la consueta conferenza stampa in preparazione del Primo Maggio all’insegna del LAVORO e dello Sviluppo del Paese.

Cgil-Cisl-Uil Metropolitani di Bologna
Bologna, 28 aprile 2021