Grande adesione delle lavoratrici e dei lavoratori delle diverse aziende che lavorano in appalto per Amazon nella Station di Bologna, allo sciopero nazionale indetto da Filt CGIL, Fit CILS e UILTrasporti.

La manifestazione davanti al magazzino di Crespellano, nel rispetto delle normative anti Covid, dimostra che i lavoratori hanno voglia di cambiare le condizioni di lavoro imposte dalle necessità di profitto della multinazionale.

Come Filt CGIL di Bologna chiediamo ad Amazon di riconoscere la rappresentanza dei lavoratori nella contrattazione e lottiamo per una nuova stagione di diritti.

FILT CGIL Bologna