E’ stato approvato nella giornata di ieri, lunedì 11 gennaio 2021, attraverso il voto dei lavoratori del
reparto interessato un accordo per il maggior utilizzo degli impianti produttivi in FNA a Zola Predosa (ex
FINI COMPRESSORI) dopo una trattativa complessa svolta dalla RSU FNA e dalla FIOM CGIL di Bologna,
dalla FIM CISL Amb e dalla UILM territoriale.
FNA occupa al momento nello stabilimento di Zola Predosa 121 lavoratori, mentre circa 180 sono i
dipendenti della sede di Torino.
L’accordo prevede che, oltre ad un sistema ad orario centrale, ad un sistema di due turni giornalieri o di tre
turni giornalieri (dal lunedì al venerdì), viene previsto un ulteriore regime di orario a turni, ciascuno di 6
ore, che inizia alle 6.00 del lunedì e termina alle 18.00 del sabato, garantendo che le prestazioni lavorative
coprano 24 ore su 24.
Si tratta per la RSU e le Organizzazioni Sindacali di un accordo che, seppure per il limitato numero di
lavoratori che sono al momento coinvolti (9), va nella giusta direzione che prevede, quando c’è una
richiesta di maggiore utilizzo degli impianti, di ridurre gli orari di lavoro, incrementare i salari dei lavoratori
interessati attraverso apposite indennità e maggiorazioni e di aumentare l’occupazione, con 2 nuove
assunzioni a tempo indeterminato nel reparto.
Nell’accordo viene anche prestata particolare attenzione agli aspetti di salute e sicurezza delle persone con
la garanzia di una presenza su ciascun turno di almeno due lavoratori.
Zola Predosa, 12 gennaio 2021

FIM CISL – FIOM CGIL – UILM UIL Territorio di Bologna
RSU FNA stabilimento Zola Predosa