La Cgil Camera del lavoro metropolitana di Bologna, in collaborazione con il centro studi IRES, ha approntato un questionario rivolto alle giovani e ai giovani under 40 che vivono nel territorio, con l’obiettivo di comprendere meglio quali difficoltà incontrino nel mercato del lavoro, e nel processo di ricerca di un’autonomia economica per realizzare il proprio progetto di vita.

Il questionario, da compilare online attraverso un link (https://it.surveymonkey.com/r/Under40Bologna ) predisposto sui siti internet di CGIL Bologna ed Ires Emilia- Romagna e divulgato anche attraverso i principali social e servizi di messaggistica, si rivolge ad un ampio spettro di tipologie lavorative subordinate e non: occupati a termine, a tempo indeterminato, contratti a progetto, cococo, stagisti, tirocinanti o titolari di borse lavoro, fino a chi si arrabatta fra mille lavoretti ed a coloro che lavorano in nero.

Una sezione è dedicata ai lavoratori autonomi: professionisti, partite iva, soci di cooperative ecc…

Le domande mirano a comprendere le caratteristiche del loro lavoro, il livello di responsabilità che si devono assumere, il clima nel posto di lavoro, la congruenza con le competenze possedute ed i percorsi di studio, la gestione del lavoro con gli impegni famigliari.

Nella sezione dedicata a chi invece si trova in stato di disoccupazione o inattività si mira ad individuare le cause e le caratteristiche dello stato di disoccupazione, con un approfondimento sui percorsi utilizzati nella ricerca di occupazione.

Il tempo di compilazione è variabile tra i 10 e i 15 minuti, con un occhio che allarga lo sguardo anche al nucleo famigliare, alla condizione abitativa, alle preoccupazioni, alla ricerca e soddisfazione delle proprie aspettative.

Siamo interessati a comprendere quale conoscenza i giovani hanno dei propri diritti sul lavoro e del contesto sociale in cui vivono, ed a chi si rivolgono per acquisire le informazioni e le tutele.

“La ricerca sarà utile per avvicinarsi di più, come sindacato ed a maggior ragione in questi tempi più che mai incerti di pandemia, alle richieste ed ai bisogni delle nuove generazioni sottolinea il segretario generale della Cgil Camera del lavoro metropolitana di Bologna Maurizio Lunghi -, non sempre rappresentate pienamente nel mercato del lavoro e nei contesti sociali”.

L’elaborazione finale, prevista nella tarda primavera, sarà corredata da una analisi di contesto della realtà economica, occupazionale e di mercato della Città metropolitana.