Si è concluso ieri sera l’incontro convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico, su richiesta della
FIOM CGIL di Bologna e Nazionale, sulla vertenza FIAC / ATLAS COPCO.
Grazie alla determinazione di tutte le Istituzioni presenti è stato avviato un percorso di un mese per
verificare con l’Azienda – anche in sede tecnica ministeriale con il Ministero dello Sviluppo
Economico, il Ministero del Lavoro e la Regione Emilia-Romagna – tutti gli spazi per una possibile
reindustrializzazione del sito di Pontecchio Marconi, anche a fronte della novità rappresentata dalle
manifestazioni di interesse a rilevare l’Azienda arrivate nei giorni scorsi all’Assessorato alle Attività
Produttive della Regione Emila-Romagna.
All’incontro, oltre alla FIOM CGIL di Bologna, alla RSU FIAC e FIAC Professional, al NIDIL CGIL e ai
lavoratori di FIAC componenti i tavoli tecnici costituiti nei mesi scorsi, hanno partecipato la Regione
Emilia-Romagna (con Vincenzo Colla – Assessore alle Attività Produttive), il MISE (con il dott.
D’Addona in rappresentanza della sottosegretaria Alessandra Todde), la sottosegretaria al Lavoro
Francesca Puglisi, la Città Metropolitana di Bologna (con il consigliere metropolitano Fausto Tinti e
Giovanna Trombetti) e il Sindaco di Sasso Marconi, Roberto Parmeggiani.
Giovedì 7 gennaio si terranno le assemblee con tutti i lavoratori e le lavoratrici di FIAC.
La vertenza continua.


Bologna 5 gennaio 2020

FIOM CGIL BOLOGNA – RSU FIAC srl e RSU FIAC Pac – NIDIL CGIL Bologna