Il giorno 29-07-2020 si è tenuto un incontro via WEB con il Presidente ed AD di IMA dott. Alberto
Vacchi, richiesto dalla presidenza nell’ambito della comunicazione sulla variazione dell’assetto
societario di IMA.
All’incontro sono state convocate tutte le RSU e OOSS Italiane delle Aziende IMA.

Il presidente è stato molto aperto nel descrivere l’operazione e le finalità, l’obiettivo di crescita di IMA
vedeva nella borsa un limite e non un’opportunità, la borsa chiede continui risultati positivi cosa non
sempre possibile ad esempio quando si fanno investimenti che richiedono tempo per dimostrare i
risultati, inoltre anche gli attacchi speculativi di questi anni hanno avuto un ruolo.
L’operazione è finalizzata a raggiungere gli obiettivi di crescita che sono stati più volti ribaditi, saranno
ora possibili operazioni che prima non lo erano, come ad esempio fusioni fra aziende, con la
prerogativa che la famiglia Vacchi manterrà il controllo.
Nell’operazione aumenterà il controllo della famiglia Vacchi su IMA, il Presidente stesso impiegherà
risorse proprie per acquisire quote. Vi sarà una diversa ripartizione delle quote all’interno della
famiglia Vacchi, alcuni componenti venderanno parte delle proprie azioni, rimarrà Alberto Vacchi
come rappresentante della famiglia alla “direzione” dell’IMA.
Il ritiro dalla Borsa di IMA (delisteling) previsto entro il primo semestre del 2021 potrebbe essere
temporaneo e funzionale alla fase di crescita. Il fondo BC Partners potrebbe essere un compagno di
viaggio ponte come avvenne negli anni 90 con un altro fondo di investimenti prima della quotazione in
Borsa di IMA del 1995.

Il presidente ha precisato che non ci saranno variazioni nei valori su cui IMA si è sempre fondata. Ha
riconosciuto che la crescita è dovuta alle professionalità dei dipendenti e anche al modello di relazioni
sindacali in IMA. Ha inoltre assicurato che il rapporto con le organizzazioni sindacali rimarrà invariato.
Nei prossimi mesi si svolgeranno ulteriori incontri con il Presidente di IMA in quanto per la
conclusione dell’operazione sono necessari numerosi passaggi che dureranno diversi mesi.

Il presente documento è pubblicato nel portale IMA nella sezione RSU.

RSU IMA S.p.A. 29-07-2020