Questa mattina, lunedì 13 luglio 2020, si è svolto l’incontro conclusivo riguardante il lavoro dei tavoli tecnici di confronto istituiti ai sensi dell’accordo dello scorso 12 luglio 2020 sui temi della sostenibilità sociale e occupazionale; dell’innovazione del prodotto-ricerca esviluppo; e sostenibilità finanziaria.

All’incontro di oggi erano presenti tutti i componenti sia di parte sindacale che aziendale dei tre tavoli oltre alla RSU, alla Fiom di Bologna e al management aziendale. L’azienda ha dato una risposta parziale a tutte le proposte avanzate nei tre diversi tavoli e volte, secondo lo spirito e la lettera dell’accordo del 12 giugno, ad individuare soluzioni alternative alla chiusura e al trasferimento della produzione e dei lavoratori da Pontecchio Marconi a Torino, rimandando considerazioni conclusive al prossimo incontro in Regione Emilia-Romagna. Dal momento che, in tutti e tre i tavoli di confronto, abbiamo registrato atteggiamenti di chiusura, che ci portano a pensare che l’accettazione dell’azienda di partecipare ai tavoli tecnici di fatto sia stata un sostanziale “prendere tempo” e non invece una reale volontà di lavorare per costruire soluzioni alternative alla scellerata scelta del trasferimento.

Con l’obiettivo di raggiungere un accordo che dia una risposta alle lavoratrici e ai lavoratori, in presidio da quasi 50 giorni, l’assemblea dei lavoratori, su proposta della Fiome della RSU, ha approvato all’unanimità la decisione di proseguire nella mobilitazione continuando fino all’incontro di giovedì gli scioperi articolati, mettendo una pressione sulle merci in spedizione e indicendo per il 16 luglio una giornata di lotta con 8 ore di sciopero e un presidio che dai cancelli dell’azienda si sposterà, nel pomeriggio, sotto la sede dellaRegione. I lavoratori della Fiac e la Città di Bologna non si meritano questo comportamento, incomprensibile e inaccettabile, da parte di Atlas Copco.

Bologna, 13 luglio 2020

RSU FIAC SRL

RSU FIAC PROFESSIONAL AIR COMPRESSORS SRL

FIOM CGIL BOLOGNA

NIDIL CGIL BOLOGNA