Nella mattinata di oggi, 13 maggio 2020, la CGIL di Bologna, unitamente alla Fp-Cgil,   ha sottoscritto un protocollo sicurezza in Città Metropolitana, per lo svolgimento degli interventi di inclusione scolastica nel periodo dell’emergenza sanitaria, specifico per gli studenti disabili.


Abbiamo raggiunto, a nostro avviso, un importante  punto di equilibrio fra sicurezza dei lavoratori coinvolti e le legittime richieste delle famiglie. I punti salienti sono:


– modifica del Progetto educativo individualizzato (PEI) prima dell’attivazione dell’intervento a domicilio da parte di un educatore; possibilità di valutare luoghi alternativi al domicilio del disabile, qualora questo non garantisca le necessarie condizioni di sicurezza


– attività in presenza solo per gli interventi indifferibili  che non possono essere gestiti a distanza;


– triage e checklist informativa sulle condizioni di salute del nucleo familiare prima dell’accesso, a tutela della salute dei lavoratori e delle lavoratrici nella fase 2 della pandemia Covid19;


– obbligo per la cooperativa che gestisce il servizio di costituire il comitato sicurezza in azienda, con il coinvolgimento delle rappresentanze sindacali;


– i familiari e i minori assistiti dovranno dotarsi dei necessari dispositivi di protezione, garantire l’igienizzazione degli ambienti utilizzati per gli interventi domiciliari, segnalare obbligatoriamente e tempestivamente la presenza di febbre o altri sintomi influenzali: in questo caso, l’intervento verrà ovviamente sospeso;


– modifica del documento di valutazione del rischio, che devono redigere tutte le aziende, al fine di inserire i rischi specifici legati all’accesso al domicilio;

Infine, le cooperative dovranno fornire informazioni ai lavoratori, anche mediante la redazione di relazioni ad hoc, relativamente alle  procedure e alle precauzioni utili all’attuazione dell’intervento in sicurezza, prevenendo l’affollamento e/o situazioni di potenziale contagio.

In linea con il lavoro che la CGIL di Bologna sta facendo sui tavoli metropolitani per mettere in sicurezza tutti i lavoratori, a prescindere dal settore e dalle dimensioni dell’impresa, esprimiamo grande soddisfazione per il risultato raggiunto.



Simone Raffaelli

Fp-Cgil Bologna

Sonia Sovilla

Cgil Bologna

QUI IL TESTO del protocollo