, ,

COVID 19 e EMERGENZA CRA, nota Cgil Cisl e Uil

CGIL CISL UIL confederali scrivono al Prefetto e al Presidente della Regione Bonaccini in merito all’emergenza Case Residenza Anziani (CRA). Il numero di positivi, sia tra i lavoratori che tra gli utenti aumenta, perché manca il personale necessario all’assistenza sia tra gli infettati che tra quelli che, per fortuna, continuano a non manifestare sintomi.Tutte le strade per trovare le professionalità necessarie per le strutture a Bologna sono state battute, ma su due CRA (Ente Morale Sant’Anna e Santa Caterina di Bologna, ASP Rodriguez di San Lazzaro) a nostro avviso è necessaria una decisione straordinaria che eviti il propagarsi del contagio.Ad oggi non è né garantita la sicurezza degli anziani fragili ospitati all’interno delle strutture, né la sicurezza di coloro che si stanno prendendo cura degli stessi.Per questo chiediamo al Prefetto e al Presidente della Regione una decisione tempestiva, il numero dei morti e dei contagiati è già troppo alto ed occorre alzare il livello di guardia.A nostro avviso sarebbe auspicabile un intervento della Protezione civile, o comunque è indispensabile individuare misure efficaci per affrontare la situazione. L’importante è che si agisca. La task force che sta lavorando su Bologna è utile, necessaria e ha le competenze di cui abbiamo bisogno, ma non è più sufficiente. Il territorio ha fatto e sta facendo tutto il possibile ma crediamo che, in questo momento, siano necessari sia un aumento del livello di attenzione, sia ulteriori soluzioni concrete in grado di affrontare l’emergenza.
CGIL CISL UIL Bologna

Lunghi Francesconi Zignani