Quest’anno la Cgil insieme a Cisl e Uil ha deciso di dedicare l’8 marzo, Giornata internazionale della Donna, all’Alfabeto delle Donne, quindi alle parole e ai loro significati perché il linguaggio è pensiero, forma, ma anche sostanza.

Su questo tema i sindacati avevano organizzato un’iniziativa che si sarebbe dovuta svolgere a Roma il 6 marzo, e che era stata immaginata come una maratona attraverso le lettere dell’alfabeto tra le parole per noi più cariche di significato per le donne: ambiente, bilanciamento, corpo, discriminazione, emancipazione. Un percorso tra diritti negati, conquistati e da conquistare o riconquistare.

La situazione di questi giorni, con alcuni territori bloccati e le condizioni di viaggio complicate, ci hanno portato a pensare che fosse opportuno annullare l’iniziativa che resta in ogni caso in agenda.

Per l’occasione abbiamo predisposto un manifesto e le grafiche collegate da utilizzare in vista dell’8 marzo per ribadire che le parole non solo sono pietre e quindi producono effetti spesso anche al di là delle intenzioni, ma disegnano la realtà, la creano. Le parole delle donne dei sindacati raccontano la storia e la direzione del nostro impegno, sono in fondo un manifesto anche programmatico.

Dandoci appuntamento a presto, tutte insieme!