La Regione Emilia-Romagna ha fatto richiesta formale al governo di “ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia” su una serie di materie fra le quali le “norme generali sull’istruzione”*.
La richiesta di riconoscimento di competenze legislative e amministrative è motivata dall’obiettivo di: “realizzare un sistema unitario e integrato di istruzione secondaria di secondo ciclo e di istruzione e formazione professionale”, definendo autonomamente “l’organizzazione della rete scolastica e la programmazione dell’offerta di istruzione regionale”, “la relativa dotazione dell’organico ”, nonché la sua “integrazione” a livello regionale.

Vista l’ampia area di competenze richieste che abbracciano tutti gli ordini scolastici e formativi il rischio concreto è che si crei un un vero e proprio sistema scolastico regionale, distinto, separato e alternativo rispetto a quello statale, con gran parte del personale alle dirette dipendenze della Regione.
Altre Regioni hanno chiesto ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia in materia di istruzione, ognuna diversa dalle altre.Il rischio è di avere tanti sistemi scolastici con programmi e gestione del personale locali, titoli di studio differenti senza più validità nazionale.
La scuola è un’istituzione a fondamento dell’unità del paese e tale deve rimanere. Lo sgretolamento dell’istruzione in competenze locali minaccia l’unità stessa della Repubblica.

Per questo abbiamo lanciato una petizione** sulla piattaforma change.org, indirizzata al Presidente della Regione Emilia Romagna, chiedendogli di ritirare la richiesta di autonomia differenziata in materia di istruzione; nonché al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro per gli affari regionali e le autonomie, chiedendo loro di respingere tutte le richieste di autonomia delle diverse Regioni in materia di istruzione.

Ti chiediamo di firmare la petizione collegandoti a questo link: http://bit.ly/2ottkW4 e diffondendo questo appello ai tuoi contatti, via mail, social network, whatsapp, parlandone di persona.

Insieme possiamo difendere l’unitarietà della Scuola della Repubblica!

Grazie.

FLC CGIL Bologna

http://www.flcgil.it/regioni/emilia-romagna/firma-petizione-si-scuola-repubblica-no-regionalizzazione-istruzione.flc

  • Il testo dell’intesa fra Governo e Regione non è mai stato pubblicato dalle Istituzioni nella sua interezza. La fonte di riferimento, che si basa sul testo redatto il 15/05/2019 è reperibile al seguente link: https://www.roars.it/online/wp-content/uploads/2019/07/bozza-Emilia-Romagna.pdf
    ** La petizione è promossa dalla FLC CGIL insieme a CISL Scuola, COBAS Scuola, GILDA Unams, SGB, UIL Scuola Rua, Associazione Art.33, C.E.S.P., Comitati LIP Scuola, Coordinamento Democrazia Costituzionale, Comitato Bolognese Scuola e Costituzione, La Scuola Siamo Noi – Parma, Libertà e Giustizia – Bologna, Link, Proteo Fare Sapere, Rete della Conoscenza, Unione degli Studenti