La Cgil Camera del lavoro metropolitana di Bologna e la Slc-Cgil di bologna esprimono piena solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori del gruppo QN che hanno deciso di proclamare due giorni di sciopero, nelle giornate di domenica 27 ottobre e lunedi’ 28 ottobre, e massima preoccupazione per le prospettive di una testata giornalistica storica della città, e per le sorti dei professionisti che ci lavorano, a seguito della presentazione di un piano di riorganizzazione aziendale che prevede drastici tagli ed esuberi.


Cgil Camera del lavoro metropolitana di Bologna

Slc-Cgil Bologna

La nota congiunta di Cgil Cisl e Uil Bologna:

Cgil,Cisl e Uil di Bologna esprimono la propria solidarietà ai giornalisti di Qn-il Resto del Carlino e Q.Net che a seguito dell’annuncio di un piano di riorganizzazione aziendale che prevede drastici tagli ed esuberi hanno proclamato due giornate di sciopero per domenica 27 e lunedì 28 ottobre.

“Siamo fortemente preoccupati – dichiarano i tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Maurizio Lunghi, Danilo Francesconi, Giuliano Zignani – per la tenuta occupazione di una testata giornalistica che ha fatto la storia dei nostri territori e che quotidianamente racconta la vita della città e della provincia per questo saremo al fianco dei professionisti dell’informazione per sostenere questa vertenza”

La nota del coordinamento Rsu:

Il Coordinamento Rsu di Bologna, Firenze e Milano è solidale con le motivazioni dello sciopero proclamato dai giornalisti per le giornate del 27 e 28 ottobre.

Gli effetti della riorganizzazione aziendale vengono subiti anche dai lavoratori poligrafici e grafici e sono stati già oggetto di contestazione formale da parte di questo Coordinamento.

Il Coordinamento Rsu di Bologna, Firenze e Milano