“Vento di Libertà, Vento di Pace”

Tra martedì 8 e giovedì 10 ottobre 2019 le iniziative di “Vento di Libertà, Vento di Pace” commemorano il 75° anniversario dell’eccidio nazifascista del Cavalcavia in cui vennero trucidati 13 partigiani della 63^ Brigata Garibaldi “Bolero” (10 ottobre 1944).
Il calendario è coordinato dal Servizio comunale Casalecchio delle Culture, in collaborazione con ANPI Casalecchio di Reno e con le associazioni e le scuole aderenti al Tavolo di
coprogettazione della Memoria Civile.

Il fulcro delle manifestazioni si terrà giovedì 10 ottobre quando alle ore 10, presso il Cippo del Cavalcavia, in Piazza Matteotti, avrà luogo la cerimonia ufficiale di commemorazione per i Caduti dell’Eccidio del Cavalcavia con la benedizione e la posa di una corona.
Interventi commemorativi di Massimo Bosso (sindaco di Casalecchio di Reno), Federico Chiaricati (presidente ANPI Casalecchio di Reno) e Carlos Luis Collado Carboni (nipote di Carlos Luis Collado Martinez, vittima dell’eccidio).
Sono previste alcune testimonianze degli studenti delle scuole del territorio; parteciperanno le autorità locali e i rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri, delle Forze Armate e delle istituzioni scolastiche.
Al termine della cerimonia, studenti e cittadini presenti organizzeranno una catena umana per unire il Cavalcavia con Piazza del Popolo, per ricordare i partigiani Vanes De Maria e Giovanni Galli cui sono dedicate le Pietre d’inciampo posate nel 2018.
In caso di maltempo, gli interventi si terranno presso il Teatro comunale Laura Betti.

Alle ore 12.30, presso l’Istituto di Anatomia Patologica (padiglione 18) del Policlinico S. Orsola di Bologna, deposizione di fiori presso la lapide dedicata a Carlos Luis Collado Martinez e agli altri studenti caduti per la libertà.
Sarà presente una delegazione composta da amministratori del Comune di Casalecchio di Reno, personale sanitario, ANPI Casalecchio di Reno e Carlos Luis Collado Carboni.

La cerimonia ufficiale sarà preceduta mercoledì 9 ottobre alle 18.00, in Casa della Conoscenza (via Porrettana, 360) – Piazza delle Culture, dalla presentazione del libro L’Appennino ferito. Vite, volti e storie (Fernandel, 2019), con le autrici Margherita Lollini (racconti) e Daniela Carpano (dipinti) e il curatore della collana “Quaderni dell’Appennino” Michele Serafini.
Le parole di Lollini e il pennello di Carpano ritraggono con garbo e dolcezza il durissimo prezzo che la popolazione civile delle borgate appenniniche pagò tra il 1944 e il 1945 nel corso dei combattimenti lungo la Linea Gotica: “non già racconti di battaglie o fatti d’armi, bensì umili vicende di madri, padri, figli e figlie, che pur non avendo imbracciato un fucile, pur senza colpa della guerra, hanno perso la vita e hanno visto morire le persone più care, non potendo fare nulla”.
La presentazione, curata dalla Biblioteca C. Pavese, è a ingresso libero con trasmissione in diretta streaming sul canale YouTube di Casa della Conoscenza, nel quale resterà successivamente disponibile la videoregistrazione.

Altre iniziative si svolgeranno nella giornata di martedì 8 ottobre:

Le iniziative di “Vento di Libertà, Vento di Pace” per il 75°anniversario dell’Eccidio fanno parte di “Storie di casa – Percorsi culturali a Casalecchio di Reno”.