SI CONFERMA UNA ECCELLENZA NEL PANORAMA DELLA LOGISTICA
Si è appena concluso il referendum in azienda che ha visto l’approvazione, da parte delle lavoratrici e dei
lavoratori, dell’ipotesi di accordo per il rinnovo del Contratto aziendale in Schnellecke Italia.
Schnellecke Italia è l’azienda, parte dell’omonima multinazionale tedesca di trasporti e logistica, che da
molti anni si occupa della logistica per Automobili Lamborghini e che dal 2008 gestisce il magazzino del sito
di Sant’Agata Bolognese.
L’accordo che copre il triennio 2019-2021 innanzitutto rafforza il sistema di relazioni sindacali, dal
momento che viene costituita una commissione tecnica bilaterale – CTB -, composta pariteticamente da
azienda e rappresentanza sindacale, con il compito di lavorare su “formazione, competenze professionali,
carichi di lavoro e sicurezza”, e viene previsto, per tutti i nuovi assunti, un momento di “welcome”
sindacale durante il quale i delegati informeranno le lavoratrici ed i lavoratori sui contenuti della
contrattazione collettiva nazionale e su quelli della contrattazione aziendale in Schnellecke Italia.
Viene inoltre confermato e perfezionato il sistema di gestione dei contratti di somministrazione, in
attuazione di quanto previsto dal c.d Decreto Dignità, e l’Azienda si impegna ad un confronto da svolgersi
nei primi mesi del 2020 per una verifica dei carichi di lavoro al fine e con l’obiettivo di consolidare ulteriori
contratti a tempo indeterminato.
Il capitolo dei “diritti individuali” si arricchisce di un potenziamento dei permessi per visita medica (che
passano da 15 a 18 ore all’anno e che potranno essere per la prima volta utilizzati anche per i figli fino a 15
anni), della maturazione di un giorno di ferie in più all’anno al superamento del 14mo anno di anzianità di
servizio – “premio di anzianità aziendale” -, e del rafforzamento dell’assistenza sanitaria integrativa
prevedendo, a decorrere dal 2020, un aumento del costo a carico azienda, che passa dai 156 del CCNL a 200
euro annui.
Sono importanti anche i capitoli sugli appalti, con la garanzia dell’applicazione dei contratti nazionali
sottoscritti dalle OOSS maggiormente rappresentative, e su mobilità e sostenibilità ambientale.
Sulla parte economica, viene riconfermato il Premio di Risultato che nel triennio arriverà ad un valore
massimo di 800 euro (700 euro per il 2019, 750 per il 2020, 800 per il 2021).
Viene inoltre concordato un aumento strutturale della retribuzione – su 13 mensilità e incidenti su tutti gli
istituti e sul TFR -, pari a 10 euro mensili, uguali per tutti, a decorrere dal 1 gennaio 2020 e ulteriori 10 euro
mensili, uguali per tutti, a decorrere dal 1 gennaio 2021.
Possiamo quindi confermare che la contrattazione aziendale in Schnellecke, resa possibile anche grazie
all’applicazione del contratto dei metalmeccanici, rappresenta un punto di eccellenza nel settore della
logistica.
Bologna e Sant’Agata Bolognese, 2 ottobre 2019

FIOM CGIL BOLOGNA
RSU SCHNELLECKE ITALIA