Dichiarato lo stato di agitazione in Olicar, azienda che gestisce l’appalto
della manutenzione della caldaie negli ospedali bolognesi.
Olicar Gestione S.r.l è l’azienda che, dal mese di aprile 2019, gestisce l’appalto della
manutenzione caldaie presso gli ospedali Maggiore, Bellaria e IOR (Istituto Ortopedico
Rizzoli).
Appena subentrata si sono manifestate criticità per quanto concerne la correttezza e la
puntualità dei pagamenti, problemi legati all’organico nonché alla mancanza di materiale
per la manutenzione delle caldaie
.
Dopo numerosi solleciti, il 3 luglio si è svolto un incontro sindacale in cui Olicar ha
rassicurato i lavoratori dichiarando al tavolo che tali problematiche non si sarebbero più
verificate.
Purtroppo, al rientro delle ferie, la situazione non è affatto migliorata, al contrario, i
lavoratori non hanno percepito la retribuzione relativa al mese di luglio. A ciò si deve
aggiungere, la mancata retribuzione di straordinari e reperibilità.
Questa situazione è inaccettabile, poiché danneggia sia i lavoratori, i quali hanno diritto a
una corretta retribuzione, che il servizio sanitario che deve garantire un’elevata qualità di
prestazione all’utenza.
E’ necessario e doveroso che l’azienda rispetti gli impegni presi al tavolo sindacale. Per
queste ragioni la FIOM ha dichiarato lo stato di agitazione riservandosi di mettere in
campo tutte le iniziative che si renderanno necessarie per tutelare i diritti delle lavoratrici e
dei lavoratori di Olicar.


Bologna, 3/09/19
Debora Cervi, FIOM-CGIL Bologna