La FP CGIL di Bologna denuncia l’ennesima aggressione alla Dozza presso il Reparto infermeria, dove un detenuto dopo essersi rifiutato di rientrare dopo l’aria ha improvvisamente aggredito il personale con una lametta, ferendone due tra cui un ispettore che riporta alcuni tagli su una mano. Non passa giorno ormai che qualche operatore non debba ricorrere alle cure mediche e ospedaliere. E’ uno stillicidio che va avanti con una regolarità impressionante e siamo francamente stanchi di segnalare senza costrutto la drammaticità della situazione che si sta determinando. Si chiedono mezzi e formazione idonea per affrontare questa vera e propria emergenza, oltre a reclamare presenza di personale qualificato per gestire al meglio soggetti con particolari criticità.

Ci appelliamo a tutti gli organi di stampa per dare risalto ad una situazione incresciosa e potenzialmente esplosiva. Noi continueremo in quest’opera se serve quotidiana di denuncia e condanna, esprimendo vicinanza al Corpo e preoccupazione per il venir meno di quella funzione di cura e rieducazione che Costituzione alla mano non dovrebbe venire mai meno.

Bologna, 1° agosto 2019

FP Cgil Bologna

Salvatore Bianco