Le organizzazioni sindacali di Tper FILT CGIL, FIT CISL, UILTrasporti, FAISA CISAL e UGL F.A prendono atto delle dichiarazioni del Sindaco V. Merola in merito alla proroga secondo quanto prevede l’art. 3, comma 3 del Contratto di servizio, in conformità all’art. 4 del Regolamento 1370/2007/CE, della delibera per il conferimento all’Agenzia di mobilità SRM del mandato di proroga dell’attuale contratto di servizio con TPB, avente per oggetto i servizi di trasporto pubblico locale, fino al 31 agosto 2024 – impegno già peraltro sottoscritto nel verbale di accordo dello scorso
12 aprile. Si giudica molto grave che dopo 3 mesi non si sia ancora dato corso all’indicazione della
proroga relativamente ai servizi di trasporto pubblico
! Si giudica altrettanto grave che si voglia correre il rischio di disallineare il ramo sosta dal resto del servizio di trasporto pubblico locale – attraverso una gara specifica da effettuarsi nel 2020 (massimo 2021) con la perdita delle loro funzioni specifiche – aumentando i costi della collettività
bolognese! Se l’impegno di far approvare al Consiglio Comunale la delibera specifica entro la pausa estiva non sarà mantenuto e, parimenti, non saranno compiuti tutti gli approfondimenti tecnico/giuridici – affinché la proroga anzidetta includa anche l’allineamento del servizio sosta e servizi complementari – le scriventi organizzazioni sindacali avvieranno una dura fase conflittuale per la rivendicazione degli impegni sottoscritti!
Bologna lì 10.07.2019