Siamo in attesa dal 20 giugno 2019, di un Vostro riscontro in merito alla richiesta di incontro
urgente, dal 01/07/2019 il servizio mensa della Polizia Penitenziaria di Bologna è stato affidato a
Serenissima Ristorazione nonostante la NON assunzione dei lavoratori aventi diritto
.
Siamo allibiti dal silenzio e dall’indifferenza dell’Amministrazione Penitenziaria .
La gara di appalto della Ristorazione prevedeva la clausola sociale che garantiva l’assunzione di
tutti i lavoratori presenti nella precedente gestione della mensa. Queste persone lavorano da anni
nel carcere, il Vostro silenzio li condanna ad essere disoccupati pur avendo diritto al lavoro.
E’ sconcertante dover constatare che siamo passati dal pagare meno del dovuto al non assumere i
lavoratori.
Le lavoratrici e i lavoratori di Bologna sono ancora in attesa della retribuzione del mese di marzo,
delle differenze retributive dovute ai tanti ammanchi della ditta precedente, Food e Facility e in
attesa del loro TFR.
Il giorno 28 giugno si è svolto il primo presidio di due ore davanti alla casa circondariale di
Bologna e non escludiamo altre forme di mobilitazione di tutto il personale del carcere di Bologna
aderente o simpatizzante alle scriventi organizzazioni sindacali .
Per tutti i motivi sopracitati e nell’interesse delle lavoratrici e dei lavoratori, siamo a sollecitarvi
un incontro che possa essere risolutivo per la situazione creatasi.
Per Filcams Cgil Bo Per FP Cgil Bo
Dessì Daniela Bianco Salvatore