La CGIL di Bologna esprime il più sincero cordoglio alla famiglia di Mario Ferrara, lavoratore che nella notte ha perso la vita mentre svolgeva il suo lavoro di consegna di pasti per conto di una pizzeria.

La privazione dei diritti nei ciclo fattorini e la deregolamentazione del mondo del lavoro avvenuta e perseguita da parte di qualcuno in questi anni, vedono sempre più spesso il verificarsi di vere e proprie tragedie, soprattutto tra i precari, i lavoratori degli appalti o comunque tra i tanti privi di tutele di qualsiasi genere.

Non è più rinviabile un confronto tra piattaforme/imprese, organizzazioni sindacali e lavoratori/trici sulle condizioni di lavoro e sul tema della sicurezza sul lavoro.

Ci auguriamo che chi preposto accerti rapidamente le responsabilità e che le Istituzioni e la Politica si interroghino su quanto sta accadendo.

Perdere la vita è sempre qualcosa di drammatico, ma è del tutto inaccettabile perderla lavorando, mentre si compie un’azione tanto quotidiana quanto necessaria per vivere.

La CGIL di Bologna sarà presente al presidio indetto per le ore 18.00.

Bologna, 10 giugno 2019

CGIL BOLOGNA