Grazie alla determinazione delle lavoratrici ottenuto un nuovo incontro per il 13 giugno in Prefettura.
Grave l’assenza oggi al tavolo del Dipartimento Salute Mentale dell’Ausl, che ha seguito concretamente degli utenti, mentre della stessa azienda era presente solo.un dirigente dell’ufficio gare.
Ancora più grave alla luce del fatto che abbiamo ricevuto conferma del fatto che il Dipartimento sta lavorando per spostare entro il 31/12 gli utenti in altre regioni, aprendo la strada ai licenziamenti.

Oggi abbiamo richiesto:
– piena garanzia occupazionale per tutte e tutti i lavoratori della struttura (20);
– che il Comune di Sala Bolognese (dove si trova la struttura) lavori insieme a #CodessSociale e Ausl per trovare sul territorio un edificio adeguato per rialloggiare utenti e servizio;
– la presenza al prossimo tavolo di tutti gli attori coinvolti, a partire dal Dipartimento di Salute Mentale Ausl e dal Comune di Sala Bolognese.

Simone Raffaelli

Fp-Cgil Bologna