In data odierna 03 aprile 2019, si è svolto l’incontro del Tavolo Metropolitano di salvaguardia del patrimonio produttivo presso la Città metropolitana di Bologna in via Zamboni, relativo alla situazione di chiusura della società Stampa Quotidiana srl, per cessata commessa da parte del monocommittente “Sole 24 Ore”.

Con stupore di tutti i soggetti presenti, il rappresentante del “Sole 24 Ore” non si è presentato, senza peraltro averne dato alcuna giustificazione.

Il Tavolo ha deciso di reiterare l’invito al “Sole 24 Ore”, nonché di coinvolgere anche Confindustria Emilia, per una successivo incontro.

In ogni caso si sono valutate tutte le possibilità, da parte della Regione, Comune e Città Metropolitana di Bologna, anche attraverso l’utilizzo del progetto “Insieme per il Lavoro”, che coinvolge fra gli altri soggetti anche il Comune di Imola ed il Circondario Imolese, per i necessari percorsi di riqualificazione professionale mirata alla ricollocazione, oltre al sostegno, in varie forme, ai lavoratori in situazioni di difficoltà.

I lavoratori che erano presenti in presidio (10 operai attualmente in CIGS sino all’otto agosto), sotto la Città metropolitana, hanno accolto con disagio la notizia della assenza al tavolo del soggetto che ritengono abbia una primaria responsabilità sociale per la loro sorte.

La tensione rimane drammatica, pur in fiduciosa attesa del lavoro delle istituzioni, potendo in qualunque momento sfociare in ulteriori mobilitazioni.

Enrico Baldazzi

Slc-Cgil Bologna