Si sono svolte il 13 e 14 febbraio le elezioni per il rinnovo della RSU di Vodafone Emilia
Romagna, che nella sede di Corticella impiega 370 addetti, divisi tra call center, rete, IT e
forza vendita. L’alta affluenza (72%) ha premiato ancora una volta la rappresentanza di SLC
CGIL, addirittura aumentando il numero dei voti assoluti
.
Le 208 preferenze su 266 (pari al 78,2%) hanno consentito al sindacato di Via Marconi
di confermare 5 delegati su 6. Il risultato è il riconoscimento del lavoro svolto da un folto
e vivace comitato di iscritti, dai delegati uscenti e dalla struttura di SLC, che in Vodafone
hanno storicamente coniugato le tutele individuali alla difesa dei diritti collettivi, con forza,
chiarezza, coerenza.
Il risultato è anche espressione del desiderio di responsabilità e competenza che i lavoratori
delle telecomunicazioni chiedono al sindacato e meritano in un momento come questo. Le
congiunture di mercato (crollo delle tariffe e miliardi spesi nella gara per il 5G), l’assenza di
politiche industriali nazionali sulla banda larga e gli effetti della digitalizzazione (perdita di
migliaia di posti di lavoro in Italia e in Europa nei prossimi anni) dipingono scenari cupi. In
Vodafone la scelta di chi può tutelare gli interessi del soggetto più debole nel cambiamento
che stiamo vivendo è stata chiara; SLC CGIL non si sottrae a questa responsabilità.
Ai delegati e alla struttura i migliori auguri e il totale appoggio della struttura provinciale e
regionale; alle lavoratrici e ai lavoratori la promessa che la loro fiducia è stata ancora una
volta ben riposta.
Bologna, 15 febbraio 2019

SLC CGIL Bologna SLC CGIL Emilia-Romagna
Giulia Santoro Giuseppe Ledda