L’iniziativa pregevole dei docenti del Liceo “Copernico” mostra che la scuola è un luogo dove le discipline si imparano nel contesto di un quadro sociale nazionale ed internazionale del vivere oggi. Offrire agli studenti e alle studentesse gli strumenti per comprendere ciò che accade attorno a loro, stimola il pensiero ed il sapere critico e persegue uno degli obiettivi primari dell’istruzione: formare cittadini consapevoli, capaci di comprendere e di fare scelte. Infatti, la formazione del “pensiero critico” è esattamente l’opposto del “pensiero unico”.
Partire dalla Costituzione e spiegarne i principi è un’operazione didattica e di forte valenza culturale e sociale, in controtendenza con il dilagare di varie forme di razzismo e oscurantismo.
Spiegare ai ragazzi e alle ragazze che i principi della nostra Costituzione non sono superati e neppure invecchiati è un fatto quanto mai attuale e necessario:
“La scuola è aperta a tutti.” art. 34; “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo” art. 2.
La FLC CGIL di Bologna, la CISL FSUR dell’Area metropolitana bolognese, la UIL Scuola RUA di Bologna, la FLC CGIL Emilia Romagna, la CISL FSUR Emilia Romagna, la UIL Scuola RUA dell’Emilia Romagna, esprimono convinto sostegno ai docenti del Liceo “Copernico” di Bologna e invitano anche gli altri istituti dell’area metropolitana e dell’intera Emilia Romagna a dedicare iniziative analoghe nel rispetto dei diritti umani, della Costituzione, delle istituzioni democratiche.
Le nostre scuole, per propria natura sono antirazziste, antisessiste ed antifasciste e sono luogo plurale, di accoglienza, di inclusione, di integrazione.
Le future cittadine e i futuri cittadini devono poter vivere senza timore di essere aggredite/i, emarginate/i, derise/i.
Devono poter esprimere liberamente le loro idee, i loro pensieri, devono poter professare liberamente la loro religione quindi vivere in un paese dove la Costituzione e i suoi valori continuino ad essere il motore di ogni azione dal singolo alle istituzioni.
Bologna, 1 febbraio 2019

FLC CGIL Bologna Susi Bagni
FLC CGIL Emilia Romagna Monica Ottaviani
CISL FSUR area metropolitana bolognese Arturo Cosentino- Maurizio Turchi
CISL FSUR Emilia Romagna Monica Barbolini
UIL Scuola RUA Bologna Serafino Veltri
UIL Scuola RUA Emilia Romagna Serafino Veltri