Una grande giornata di lotta per la sanità privata che, in occasione dello sciopero odierno, ha visto la partecipazione di migliaia di lavoratrici e lavoratori direttamente nei tanti presidi territoriali in tutte le Province dell’Emilia Romagna e indirettamente nelle strutture, perché precettati.

Vogliamo il contratto e lo vogliamo adesso, questo si diceva dietro agli striscioni e alle bandiere della FP CGIL, della CISL FP e della UIL FPL dove nonostante il freddo pungente si sono radunate le donne e gli uomini della sanità privata.

In mattinata inoltre è stata inviata la richiesta indirizzata alle associazioni regionali AIOP e ARIS, nelle persone di Bruno Biagi ed Enrico Brizioli e alla Regione Emilia-Romagna, nella figura del Presidente Stefano Bonaccini, per la consegna delle firme, oltre 3000, raccolte in questi giorni a sostegno dell’iniziativa di lotta per il rinnovo del CCNL che ricordiamo essere scaduto da ben oltre 12 anni.

E’ indispensabile infatti, vogliamo spiegare loro, che prima del rinnovo della convenzione triennale tra sanità privata e Regione ci sia il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. Senza questo percorso la nostra opposizione a qualsiasi rinnovo sarà ferma e lo sciopero sarà solo l’inizio di una vertenza che si preannuncia durissima.

FP CGIL CISL FP UIL FPL ER
Marco Blanzieri – Davide Battini – Paolo Palmarini