Sottoscritto da Flai-CGIL e CGIL Regionale un contratto di sito con l’azienda Valpizza srl, assistita da Confartigianato. Il contratto tiene conto della presenza di lavoratori operanti in appalto: Valpizza srl, azienda leader nella produzione di pizze surgelate, ha da tempo all’interno del suo sito produttivo di Castello di Serravalle lavoratori dipendenti di Cooperativa. Già nel 2015 era stato siglato un primo accordo che prevedeva un percorso di tutela per tali lavoratori.

Il nuovo accordo prevede aumenti salariali che saranno corrisposti non solo ai lavoratori direttamente dipendenti, ma anche a quelli operanti in appalto a cui saranno estese anche i diritti e le tutele sindacali attraverso il contratto di sito.
Parallelamente è stato siglato un accordo di stabilizzazione dei rapporti di lavoro. Tale percorso, che si esaurirà entro ottobre 2019, prevede un graduale inserimento definitivo in organico come dipendenti diretti degli attuali soci lavoratori operanti nelle linee di produzione di Valpizza srl. Durante tale periodo è inoltre previsto per questi lavoratori un trattamento economico di armonizzazione che equipari le retribuzioni a quelle dei dipendenti di Valpizza srl.
Questi accordi dimostrano che buone relazioni sindacali possono determinare un modello diverso di gestione degli appalti, che scardini il paradigma che vediamo applicato anche in aziende con identica tipologia produttiva, dove l’appalto non è utilizzato come strumento per meglio organizzare il processo produttivo ma come mezzo per abbassare il costo del lavoro a detrimento delle condizioni economiche e di stabilità occupazionale dei lavoratori.

Flai CGIL di Bologna
Ivano Cerri