Il 16 novembre, in occasione della mobilitazione nazionale dei 150mila lavoratori del settore del #GiocoLegale indetta congiuntamente dalle federazioni nazionali di categoria Filcams Cgil Fisascat Cisl e Uiltucs contro la stretta normativa introdotta dagli Enti Locali e dal Governo, si terrà dalle 11 un presidio regionale davanti alla Prefettura di Bologna.

Partecipa e condividi!!

#VogliamoUnGiocoPulito

Da sempre le categorie congiuntamente alle confederazioni CGIL-CISL-UIL dell’Emilia-Romagna condividono la necessità di intervenire sul settore per rendere compatibili le occasioni di gioco con la sostenibilità sociale, contrastare la dipendenza dal gioco d’azzardo e combattere l’illegalità.

La Regione Emilia-Romagna ha legiferato in materia adottando una normativa largamente condivisibile. Nella gestione della fase transitoria si stanno riscontrando delle difficoltà, sulle quali è aperto un confronto anche con le Organizzazioni Sindacali finalizzato alla salvaguardia dei livelli occupazionali, nel pieno rispetto della regolamentazione regionale.

Affermiamo con grande chiarezza e trasparenza che va trovato il giusto equilibrio fra tutela occupazionale e contrasto alla dipendenza dal gioco d’azzardo, con regole che favoriscano un gioco pulito, in luoghi adeguati, controllabili e non soggetti al degrado dell’illegalità, dove lavora personale formato e adeguatamente retribuito nel pieno rispetto della contrattazione collettiva del lavoro.

A tal proposito vogliamo chiarire che la nostra mobilitazione è indetta in piena autonomia e nulla ha a che fare con altre iniziative, indette nei giorni scorsi, da altri soggetti che strumentalizzando i lavoratori perseguono obiettivi di interesse diverso.

Ribadiamo l’assoluta necessità del rispetto delle norme, della legalità, della corretta applicazione dei Contratti Collettivi di Lavoro, dell’occupazione e della tutela di lavoratrici e lavoratori occupati nel settore.

Vogliamo un gioco pulito: il lavoro, un buon lavoro, salute e legalità.