La Fiom di Bologna esprime grande soddisfazione per l’accordo raggiunto alla Twinergy, azienda informatica di Bologna, sul contratto integrativo aziendale. E’ infatti la prima volta nella storia sia di Twinergy sia di Horsa che le parti arrivano alla firma di un contratto integrativo. Un contratto che riporta importanti miglioramenti sia dal punto di vista economico che da quello normativo.

• Per quanto riguarda la parte economica, è stato contrattato un Premio di Risultato che
ridistribuisce in misura uguale a tutti i dipendenti, compresi gli amministrativi, per un valore fino a
600 euro annui, legato ad obiettivi realisticamente raggiungibili.
• Il buono pasto giornaliero cresce da 5,29 a 7 euro.
• Saranno fruibili permessi retribuiti per visita medica per 20 ore annue.
• Ai neogenitori si riconosce un bonus bebè pari a 800 euro per ogni figlio.
• È stato migliorato il trattamento per le trasferte e puntualizzati altri istituti contrattuali.

Le relazioni sindacali vengono rafforzate prevedendo incontri periodici calendarizzati. Di grande importanza è poi l’istituzione di un On boarding sindacale che consentirà ai tutti i nuovi assunti di essere messi a conoscenza della contrattazione aziendale e nazionale, così come di venire a contatto con le rappresentanze sindacali aziendali.

Molto ampia è stata la partecipazione al voto; una partecipazione favorita anche da nuove modalità comunicative come la spiegazione dei contenuti dell’accordo per mezzo dei social media. Una modalità che si è resa necessaria in quanto molte Lavoratrici e Lavoratori si trovano spesso ad operare presso clienti esterni.

I lavoratori hanno riconosciuto l’importanza e la portata innovativa di questo accordo approvandolo a larghissima maggioranza, con il 96 % dei voti favorevoli.

Bologna, 08/11/18
Donatella Zilioli, Fiom-Cgil Bologna