In data 16 ottobre 2018 la Filcams-Cgil di Bologna ha siglato con Eataly Distribuzione SRL un’ipotesi di accordo sperimentale, in coerenza con quanto previsto nel contratto integrativo aziendale, su orari di lavoro, flessibilità, mercato del lavoro.

L’intesa definisce, in un’azienda caratterizzata dalla presenza di molti lavoratori a tempo parziale, una flessiblità degli orari collettiva, (da contrapporre a quella individuale tipica del settore) condivisa, da applicarsi solo su base volontaria.
L’accordo si pone l’obbiettivo di fissare punti di equilibrio tra le esigenze organizzative aziendali e la conciliazione tempi di vita/tempi di lavoro. E’ infatti prevista una programmazione degli orari semestrale, durante la quale, in alcune settimane definite nella programmazione, i lavoratori saranno disponibili per eventuali cambi turno. “In questo modo” spiega Vincenzo Mauriello della Filcams di Bologna “da una parte i lavoratori hanno un orizzonte temporale decisamente più lungo per poter organizzare la propria vita, e dall’altra l’azienda ha uno strumento puntuale ed esigibile per governare le numerose esigenze improvvise ed imprevedibili, che caratterizzano la ristorazione”.

Inoltre è prevista la retribuzione del “tempo tuta” per tutti i dipendenti che indossano una divisa, una programmazione condivisa delle ferie con diritto di proposta, l’esenzione dal lavoro domenicale a fronte di un certo numero di prestazioni garantite e, a fronte di esito positivo dell’impianto sperimentale, una verifica sull’adeguamento dell’organico attraverso assunzioni o consolidamenti orari.

L’ipotesi d’accordo verrà posta al vaglio dei lavoratori nei prossimi giorni che si esprimeranno con il voto. “Siamo soddisfatti” asserisce Francesco Devicienti della Filcams di Bologna “del lavoro fin qui svolto. L’accordo contiene soluzioni molto innovative e siamo molto curiosi di capire quanto siano adeguate a garantire sia le tutele necessarie che gli strumenti di gestione.”

“Vogliamo cogliere l’occasione” chiosano i due sindacalisti, “per ringraziare i lavoratori per averci dato mandato al negoziato e averci aiutato a costruire l’intesa. Ma ci teniamo anche a riconoscere i meriti dell’azienda, che ha deciso con coraggio e convinzione di intraprendere questo percorso innovativo, dimostrando che le scelte condivise possono essere utili per la ricerca dei necessari reciproci equilibri.”

Bologna, 31 ottobre 2018
Filcams Cgil Bologna

Vincenzo Mauriello

Francesco Devicienti

Scarica l’ipotesi di accordo!