Bologna, 15 ottobre 2018

Al Dipartimento Amministrazione Penitenziaria
Direzione Generale detenuti e trattamento
ROMA
E p. c. Al Provveditore Regionale
Amministrazione Penitenziaria
Emilia-Romagna e Marche
Bologna
Al Sig. Direttore
Dott.sa Claudia Clementi
Casa Circondariale
Bologna

Oggetto: Casa Circondariale Bologna – sovraffollamento detenuti.

La CGIL FP ritiene doveroso segnalare la questione del sovraffollamento che, per quanto riguarda la Casa circondariale di cui trattasi, diventa sempre più delicata ed urgente.
Infatti, ci risulta che, nelle ultime settimane, il numero dei detenuti abbia raggiunto la cifra di 815 unità.
Il problema è particolarmente grave nel caso di alcune sezioni detentive, come le sezioni ‘giudiziarie’ e la sezione ‘nuovi giunti’.
Siamo a conoscenza, ad esempio, che nella sezione “nuovi giunti” stazionano detenuti, per troppo tempo, e comunque oltre il tempo necessario ad effettuare gli screening sanitari, per la mancanza di posti disponibili nelle sezioni giudiziarie.
Una condizione, questa descritta, che penalizza sia la Polizia penitenziaria, che la Popolazione detenuta.
Inoltre, il prolungarsi di tale situazione, potrebbe avere conseguenze anche gravi per la sicurezza dell’Istituto: è di questi giorni, infatti, la notizia della violenta rissa tra detenuti africani, scoppiata all’interno di una sezione detentiva ‘giudiziaria’, che per fortuna non ha avuto conseguenze per i personale operante.
La scrivente O.S. chiede un immediato intervento, così da assicurare migliori condizioni lavorative per il personale di Polizia penitenziaria e di vivibilità per la popolazione detenuta.
Nell’attesa di urgenti cenni di riscontro in merito a quanto segnalato, si porgono distinti saluti.

FP Cgil Bologna
Salvatore Bianco