Oggi, 25 giugno 2018, nella sede della Città metropolitana di Bologna è stato raggiunto un accordo che evita i licenziamenti dei lavoratori di Nuova logistica. L’azienda aveva aperto la procedura di mobilità per 45 lavoratori: nel mese precedente, una parte di questi lavoratori, impiegati nello stabilimento di Cadriano (36), era stata assunta da una società che gestirà per conto della società di logistica Traconf (impresa che dà lavoro anche a Nuova logistica in appalto, ndr) il lavoro di quella sede.

Rimanevano quindi a rischio di licenziamento i 9 dipendenti dello stabilimento BVM. L’accordo raggiunto oggi prevede quindi un incentivo all’esodo volontario, e una ricollocazione di chi non accetterà l’incentivo all’interno di altre società che gestiscono gli appalti per conto di Traconf.

Ringraziamo la Città metropolitana di Bologna per il contributo dato alla trattativa, che ha permesso di raggiungere un’intesa non scontata che ha tenuto insieme l’occupazione di tutti i lavoratori, contro il tentativo dell’azienda (con l’appoggio dei Cobas) di dividere i lavoratori fra quelli tutelati e quelli no.

Susanna Sandri

Filt-Cgil Bologna

Giacomo Stagni

Segreteria Cgil Camera del lavoro metropolitana di Bologna