Tremila i manifesti pronti che saranno affissi a partire dai prossimi giorni nei 14 comuni dei 110 km di costa della regione. Rilanciamo così la nostra iniziativa contro il lavoro irregolare, per un lavoro dignitoso e di qualità, nel distretto turistico della Riviera emiliano-romagnola.

“Diritti alla Stagione” nel 2018 incentra il messaggio comunicativo sul tema del rispetto del lavoro nel turismo. Sui manifesti che ritraggono un cameriere, un barista, una addetta ai piani e una cuoca campeggerà la scritta “Se vuoi il mio lavoro rispettami” e l’hashtag #LaGiustaPaga simboleggiando così la necessità di dare dignità a lavoratori troppo spesso sottopagati e vittime di sfruttamento.

L’idea che il lavoro nel Turismo non sia un “lavoro vero e proprio” determina uno svilimento delle professionalità con ricadute negative, sia sulla qualità dell’occupazione che sulla qualità della ricezione turistica.

Anche il “contratto” di governo va nella direzione sbagliata. L’ipotesi di reintroduzione dei “voucher”, fortemente limitati nella scorsa legislatura dopo la presentazione dei referendum sociali della CGIL per i quali si sono raccolti oltre un milione di firme, determina non solo una cesura democratica nel Paese ma anche la reintroduzione di uno strumento largamente abusato nel turismo che ha fortemente danneggiato le lavoratrici e lavoratori.

Inoltre i lavoratori del Turismo, già penalizzati dalla Naspi, che così come oggi non tutela il reddito di una categoria di addetti fortemente fragili come gli stagionali, subiranno un ulteriore danno con l’ipotesi di riforma previdenziale, la famosa “quota 100”, se non si terrà conto della necessità di riconoscere i periodi di discontinuità presenti nel lavoro turistico.

Per ultimo, il capitolo Turismo così come presentato dal Governo è del tutto insufficiente per determinare uno sviluppo del settore che tenga conto della complessità e capillarità delle realtà turistico-ricettive italiane interrompendo il percorso positivo che poteva determinare il Piano Strategico Nazionale del Turismo, frutto anche di una condivisione con le parti sociali.

Tanto quindi da fare, per questo la Cgil e la Filcams continueranno a battersi anche perché la proposta di legge per la Carta dei Diritti Universali del lavoro, presentata alla scorsa legislatura e riproposta da Susanna Camusso al nuovo Parlamento, venga al più presto esaminata e arrivi a compimento.

Saremo quindi presenti per tutto il periodo estivo, con punti informativi, banchetti e gazebo, nelle principali località turistiche della Riviera, con l’obiettivo di essere anche in questa stagione un punto di riferimento per i tanti lavoratori e cittadini che necessitano di risposte e tutele, come il diritto ad una giusta retribuzione, al riposo e ad un contratto regolare.

Vieni ai nostri banchetti informati e firma per una Stagione dei Diritti!
#DirittiAllaStagione #LaGiustaPaga

Luigi Giove                                                               Veronica Tagliati
Segr. Gen. CGIL Emilia-Romagna       Segr. Gen. Filcams CGIL Emilia-Romagna

Bologna, 19 giugno 2018