In data odierna i lavoratori di Medicina dipendenti di CESAC società cooperativa agricola hanno manifestato, attraverso un presidio, il loro disagio relativamente alla grave situazione di incertezza sulle prospettive occupazionali e per la continuità aziendale.

I lavoratori appena informati hanno proclamato una immediata iniziativa nel piazzale aziendale.

A rischio c’è l’occupazione di 250 lavoratori ed in dubbio il mantenimento delle attività produttive a seguito della crisi che stà attraversando la cooperativa.

Il 13 giugno è convocato il tavolo istituzionale in Regione Emilia Romagna.

L’auspicio è che si possano determinare le condizioni per un salvataggio delle attività produttive e dell’occupazione attraverso la cessione del ramo orticolo ad un’azienda del settore ed alla cui realizzazione si sono dette impegnate sia Cesac che Confcooperative.

Da mesi i lavoratori attendono che tale soluzione si concretizzi e piu’ trascorre il tempo e maggiori sono le probabilità che si determini un rilevantissimo impatto sociale.

FAI-CISL FLAI CGIL UILA-UIL
area metropolitana Bologna e Imola territoriale di Bologna

 

Sulla stampa locale del 12 giugno 2018⤵

Cesac CarloBo 12 giugno 2018

Cesac CorBo 12 giugno 2018

Cesac RepBo 12 giugno 2018