Le scriventi OOSS alla luce delle recenti notizie apprese a mezzo stampa e della della decisione di BolognaFiere di discutere in Cda lo scorporo della società tra gestione immobiliare e gestione caratteristica, un’ipotesi, questa, smentita dalla dirigenza nell’ultimo incontro con le OOSS e il consiglio dei delegati di azienda dello scorso 9 maggio, visto il mancato rispetto dell’accordo sottoscritto in Città Metropolitana il 6 aprile 2017, ritenendo totalmente inaffidabile l’interlocuzione con l’attuale dirigenza della Fiera, comunicano che diserteranno l’incontro previsto per domani con all’ordine del giorno “organizzazione del lavoro”, e sollecitano, come già richiesto, un incontro con i soci pubblici, alla presenza del presidente Calzolari, al fine di chiarire tutti gli aspetti necessari e utili alla tutela dei lavoratori e degli interessi della città di Bologna e della regione Emilia-Romagna.

Le OOSS
Filcams CGIL
Fisascat CISL
USB Lavoro Privato
SGB Sindacato Generale di Base