E’ stato sottoscritto il Protocollo di intesa in materia di appalti, legalità e sviluppo per l’Autostazione di Bologna, nell’ambito delle attività di Città metropolitana e Comune di Bologna volte a promuovere la realizzazione di protocolli di sito. All’incontro per la sottoscrizione del protocollo erano presenti Massimo Gnudi, consigliere metropolitano delegato allo sviluppo economico, Marco Lombardo, assessore ad Attività produttive e lavoro del Comune di Bologna, David Pierinelli, presidente di Autostazione di Bologna S.r.l., le Categorie e le Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL.

In particolare il protocollo di Intesa firmato nel pomeriggio di venerdì 25 maggio da Città metropolitana, Comune di Bologna, Autostazione di Bologna srl e dalle Organizzazioni Sindacali, prevede che le Parti condividendo il principio di responsabilità sociale di impresa, promuovano ognuno per le proprie competenze, il ricorso nei casi di cambio appalto a clausole sociali volte alla continuità occupazionale del personale impiegato ed il mantenimento delle condizioni economiche e normative, la previsione nei bandi di gara promossi da Autostazione di clausole finalizzate all’inserimento lavorativo delle persone in condizione di svantaggio o appartenenti alle categorie protette, regolarità in tema di contratti di lavoro applicati ai lavoratori impegnati negli appalti e nei subappalti di Autostazione, strumenti di monitoraggio per verificare situazioni di irregolarità all’interno del sito in tema contributivo e di sicurezza del lavoro, il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa negli affidamenti da parte di Autostazione con previsione di elementi che valorizzino qualità, professionalità, tutela e rispetto di buona occupazione.
Il Protocollo di Intesa entra in vigore a partire dalla data di sottoscrizione ed avrà durata di 4 anni fatti salvi gli adeguamenti dovuti all’evoluzione legislativa, sarà trasmesso al Prefetto di Bologna ed all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Bologna. I soggetti firmatari si impegnano ad incontrarsi entro l’anno per una verifica del Protocollo e comunque periodicamente almeno una volta l’anno.

L’area dell’autostazione rappresenta un importante hub per il trasporto pubblico su gomma ed è gestita da Autostazione di Bologna S.r.l. – società soggetta a direzione e coordinamento di Comune e Città metropolitana di Bologna – allo scopo di sovraintendere al servizio di interesse generale del terminal di partenza e transito di tutti gli autoservizi pubblici di linea in concessione facenti capo a Bologna. In tale veste, la Società gestisce gli impianti, le attrezzature e i servizi comunque funzionali allo scopo, avendo altresì il compito di provvedere all’ammodernamento ed al potenziamento degli spazi del complesso immobiliare anche al fine della loro locazione commerciale.
L’obiettivo di condividere un accordo per favorire il processo di riqualificazione e sviluppo del sito di Autostazione risale ad un’opportunità sorta a marzo 2017 nel corso di un Tavolo di salvaguardia collegato ad una vicenda di cambio di appalto in cui Autostazione di Bologna srl, congiuntamente al Comune ed alla Città metropolitana di Bologna, si era impegnata a condividere preventivamente con le Organizzazioni Sindacali ed in vista di futuri appalti, un tavolo di lavoro finalizzato a definire le condizioni per promuovere continuità occupazionale, valorizzazione delle professionalità e della qualità del servizio.
L’attività sviluppata da Autostazione di Bologna srl, Città metropolitana, Comune di Bologna e Organizzazioni Sindacali nel corso degli incontri al tavolo di lavoro ha permesso, in coerenza con la normativa nazionale e regionale di riferimento, oltre che con i principi condivisi del Patto per il Lavoro della Regione Emilia-Romagna, del Patto metropolitano per il lavoro e lo sviluppo economico e sociale, del Protocollo di Intesa in materia di appalti e forniture di servizi promosso dal Comune di Bologna, di focalizzare punti, tematiche e strumentalità adeguate alla realtà specifica, “per garantire lavoro regolare, di qualità e sicuro, con appalti improntati a legalità e trasparenza e monitoraggio delle attività affidate in appalto e subappalto” come dichiara con soddisfazione il Presidente di Autostazione David Pierinelli.

Dichiarazione di Massimo Gnudi consigliere metropolitano delegato allo sviluppo economico: “La sottoscrizione del Protocollo di Intesa per l’Autostazione di Bologna rappresenta un ulteriore qualificazione delle politiche volte a promuovere l’attrattività del territorio metropolitano. Autostazione è uno snodo rilevante della mobilità sul territorio, per il quale sono previsti importanti investimenti finalizzati alla sua riqualificazione ed ammodernamento, anche in chiave di compatibilità ambientale. Il Protocollo che abbiamo sottoscritto valorizza i temi della buona occupazione, della legalità e del lavoro regolare e sicuro come aspetti del dialogo sociale utile ad implementare un’offerta di qualità per questo importante servizio al territorio bolognese ed alle persone che lo attraversano. Siamo convinti che il perseguimento di iniziative come questa rappresenti il giusto percorso per valorizzare il contesto metropolitano in chiave di sviluppo economico e sociale.”

Dichiarazione di Marco Lombardo, assessore ad Attività produttive e Lavoro del Comune di Bologna: “Sono felice che dopo mesi di trattative si sia arrivati alla firma congiunta del protocollo di sito per Autostazione. Sotto molti profili, dalla sicurezza sul lavoro alla legalità, dalla trasparenza alle clausole sociali, l’accordo di Autostazione è tra i più avanzati ed innovativi protocolli di sito raggiunti fino ad ora. La firma dell’accordo conferma che il Comune di Bologna sceglie di investire nel dialogo sociale e nella concertazione come leva fondamentale per la tutela dei diritti dei lavoratori e strumento strategico di competitività territoriale.”

Dichiarazione delle organizzazioni sindacali: “Le OO.SS esprimono soddisfazione per i contenuti innovativi dell’accordo, sottolineando come la contrattazione è strumento indispensabile per regolare i progetti di sviluppo di un Sito importante per l’area metropolitana bolognese quale Autostazione di Bologna. Tutela dell’occupazione in caso di affidamento di servizi con norme anti jobs- act, legalità, tutela della sicurezza e della salute di lavoratrici e lavoratori prevedendo la figura dell’RLS di sito sono i punti cardine dell’accordo, che ora andrà applicato in tutte le sue parti. L’accordo prevede altresì una mappatura di tutte le aziende presenti nel sito, in appalto o affittuarie di spazi, con la previsione di una puntuale verifica e monitoraggio di misure improntate alla legalità a partire dal rispetto dei contratti nazionali firmati delle OO.SS maggiormente rappresentative.”