Il prossimo 2 maggio partirà la sperimentazione che coinvolge i primi 100 lavoratori e lavoratrici della G.D che hanno chiesto di aderire alla fase di prova dei nuovi orari di lavoro introdotti con il Contratto aziendale dell’11 ottobre 2017, che rafforzano le flessibilità in ingresso e in uscita a disposizione dei singoli lavoratori (per i dipendenti fino al 6° livello) e che invece puntano a creare le condizioni per una vera e propria autogestione dei tempi di lavoro per i dipendenti di 7° livello e oltre.
Come verificato dai delegati sindacali di FIM FIOM UILM che fanno parte della Commissione Tecnica appositamente costituita sui nuovi orari, sono 570 (alla data del 24-4-2018) i lavoratori e le lavoratrici che hanno avanzato formalmente la propria candidatura per far parte della sperimentazione sui nuovi orari. I primi 100 lavoratori sono stati identificati prevedendo un bilanciamento tra i volontari delle diverse aree aziendali, e in questi giorni saranno contattati dall’azienda.
A partire dal 1 giugno ulteriori 200 lavoratori accederanno alla sperimentazione, mentre dal mese di luglio la sperimentazione sarà estesa a tutti e a tutte le volontarie ed i volontari. I lavoratori e le lavoratrici potranno avanzare la propria candidatura per la fase sperimentale fino al 30 giugno prossimo.
L’avvio della sperimentazione e la grande attenzione sui nuovi orari, già verificata nel corso delle assemblee informative svolte da FIM FIOM UILM lo scorso 4 aprile, conferma la piena ed integrale implementazione dell’Accordo aziendale G.D in tutte le sue parti e per tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori, con l’impegno quotidiano dei delegati di FIM FIOM UILM nella gestione del Contratto, a partire anche dall’attenzione quotidiana affinché i nuovi orari di lavoro si traducano in un reale beneficio per i lavoratori e le lavoratrici.

Bologna 27 aprile 2018
delegati e delegate FIM FIOM UILM
FIM FIOM UILM territorio di Bologna