RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA: TERMINATE LE OPERAZIONI DI VOTO IN GEMEAZ ED ELIOR

Nei giorni 22, 23, 26 e 27 marzo si sono svolte le operazioni di voto per l’elezione degli RLS in Gemeaz ed in Elior.
Il percorso democratico che ha portato alla designazione di 3 RLS in Gemeaz ed altrettante in Elior, è stato reso possibile dall’intesa che Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs.Uil hanno siglato con le due aziende nel 2017, che riconosce ai rappresentanti per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro un monte ore dedicato aggiuntivo rispetto a quello previsto dalla legge e una agibilità sindacale che si estende a tutte le unità operative delle citate aziende nell’area metropolitana Bolognese.
Ben 500 i lavoratori interessati impiegati in più di 70 cantieri diversi, tutti informati attraverso una capillare campagna assembleare. 14 commissioni elettorali con circa 50 lavoratori volontariamente hanno deciso di dare gamba ad una macchina elettorale complessa. I delegati alle commissioni si sono recati in tutti i luoghi di lavoro per consentire a tutti i colleghi di esprimersi.
Questi sono solo alcuni dei numeri di un percorso unitario democratico sicuramente inedito nel settore, e che al di là del risultato sicuramente di impatto, consegna la conferma che i lavoratori credono negli strumenti sindacali e si riconoscono nella democrazia partecipata.
“Sicuramente un enorme GRAZIE va rivolto a tutti i lavoratori che ci hanno seguito in questo percorso durato più di un trimestre” dicono all’unisono le 3 OO.SS, “ed in particolare ai membri delle commissioni elettorali che hanno partecipato alle assemblee, alle riunioni organizzative in tarda serata e che hanno macinato decine di km per raggiungere anche i cantieri in estrema periferia con uno o due dipendenti garantendo così un’adesione al voto pari al 86% in Gemeaz e al 62% in Elior ”. Ora le due aziende hanno i rappresentanti per la salute e la sicurezza; “siamo determinati a valorizzare il ruolo di questi lavoratori, evidentemente importante tanto per i dipendenti quanto per le aziende”, chiosano i 3 Sindacati.
Bologna, 28 marzo 2018

Filcams Cgil
Vincenzo Mauriello Francesco Devicienti

Fisascat Cisl

Silvia Pergola Federica Maccono
Uiltucs-Uil
Morena Visani