Le organizzazioni sindacali della Regione Emilia-Romagna, costernati di quanto accaduto nella notte di mercoledì 28 marzo, comunicano l’ennesimo incidente mortale accaduto a Bologna al Portale dispari del bivio Navile lato Venezia della linea ferroviaria Bologna – Venezia. Un operaio della ditta Sifel di 57 anni, durante i lavori di adeguamento/manutenzione della linea aerea, è venuto a contatto con parti elettriche ancora sotto tensione.

Le OO.SS. Emilia-Romagna unitamente esprimono cordoglio e vicinanza alla famiglia.

Al momento le cause che hanno determinato la tragedia non sono note, si conosceranno al termine delle indagini che tutti i soggetti preposti hanno avviato. Quando sarà fatta chiarezza sulla dinamica del tragico incidente, si auspica che potranno essere attivate tutte le azioni necessarie per impedire, per il futuro, il ripetersi di incidenti simili. Purtroppo, resterà per sempre il dubbio che forse la tragedia odierna si poteva evitare.
Sarà compito delle organizzazioni sindacali mantenere vivo il dibattito sul sistema sicurezza del trasporto ferroviario e far sì, attraverso il coinvolgimento delle imprese e delle istituzioni interessate, che il tema della sicurezza sia affrontato in maniera sistematica.

Contestualmente i sindacati hanno avanzato la richiesta di un incontro urgente ad RFI per fare chiarezza sull’accaduto, e per discutere sui temi della sicurezza e della prevenzione in tutti gli impianti ferroviari della Regione.

Le Segreterie Regionali dell’Emilia Romagna
FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, TRASPORTI UGL, FAST