Si è tenuto oggi, mercoledì 28 febbraio, a Bologna, lo sciopero generale di tutti i lavoratori (amministrativi e call center) di Unisalute e Linear, nell’ambito della mobilitazione #chilavoraconta, indetta da tutte le organizzazioni sindacali First Cisl, Fisac Cgil, Fna, Snfia, Uilca Uil contro la deriva autoritaria assunta dall’azienda e la conseguente chiusura del confronto.

Lo sciopero a singhiozzo di 15 minuti, effettuato per tutti i turni di lavoro, a partire dalle 9.15 del mattino fino alle 18.15 del pomeriggio, sta avendo un’altissima partecipazione dei lavoratori ed ha letteralmente paralizzato l’attività delle due società.

“Un grande risultato – commentano le sigle sindacali First Cisl, Fisac Cgil, Fna, Snfia, Uilca Uil – una grande dimostrazione di compattezza e determinazione da parte dei lavoratori per ribadire, dopo quanto affermato nelle numerose assemblee di queste ultime settimane, il proprio No agli appalti, alla precarietà e al peggioramento delle tutele contrattuali esistenti”.

A breve la mobilitazione investirà le altre sedi del Gruppo Unipol, anche attraverso una “Cassa di solidarietà e resistenza”, una raccolta fondi per finanziare lo sciopero ad oltranza, per far tornare l’Impresa sui propri passi riprendendo il dialogo con il Sindacato.

Bologna, 28 febbraio 2018

Rappresentanza Sindacale Linear-Unisalute – Gruppo
FirstCISL Fisac CGIL Fna Snfia Uilca UIL
#CHILAVORACONTA