La Perla: sconcerto per l’improvvisa cessione a Sapinda

Da quasi tre mesi i Lavoratori e le OO.SS. sono stati informati dalla Direzione aziendale dell’ipotesi di cambio di proprietà, con esplicito riferimento al gruppo finanziario Fosun ed alla necessità di sostenere il processo di sviluppo e di crescita dell’impresa, che quel soggetto poteva garantire. Giovedì scorso la Direzione ci aveva comunicato che era in attesa, a giorni, della finalizzazione della trattativa.

E’ evidente che il comunicato delle proprietà, dell’ing. Scaglia e di Sapinda Holding B.V., lascia tutti nello sconcerto e per primi i dipendenti; per la fine di un percorso di relazioni industriali che si erano sviluppate sulla trasparenza e sul sostegno di tutti i dipendenti al processo di sviluppo aziendale. Lasciando tutti nell’incertezza.

La Perla è un emblema della manifattura Bolognese, della sua qualità, della sua tipicità. Della sua capacità di creare prodotti unici, figli della cultura e dell’artigianalità locale. Ci aspettiamo che la nuova proprietà ne comprenda la natura e disegni un percorso di sviluppo, industriale e Made in Italy.

Le Rsu e le Organizzazioni Sindacali si batteranno per difendere l’Azienda nel nostro territorio e nella nostra Regione.

Bologna 26 Febbraio 2018

La Rappresentanza Sindacale Unitaria

Filctem Cgil                                                         Femca Cisl                                     Uiltec Uil

Roberto Enrico Guarinoni                            Rossana Carra                       Mariangela Occhiali