Sono rientrati negli scorsi giorni alla Dismeco SRL, alla riapertura dopo la chiusura di fine anno, i due lavoratori Khurram Shezad e Gukfarn Shehzada, dei quali – con ordinanza del 18 dicembre scorso – il Giudice del Lavoro, Carlo Sorgi, ha disposto la reintegrazione, considerando illegittimi i licenziamenti.
In questi giorni si sono incontrate la Direzione aziendale Dismeco e la FIOM CGIL di Bologna per riaprire un confronto finalizzato a ristabilire quelle buone relazioni sindacali che sono un tratto caratteristico di questo territorio ed anche un punto di forza di quello che spesso viene presentato come “il modello emiliano”.
Come punto di partenza per la ricostruzione di buone relazioni, l’Azienda rinuncia all’opposizione nei confronti dell’ordinanza di reintegro e parimenti la FIOM CGIL rinuncia all’opposizione al decreto di non accoglimento del ricorso ex art. 28 sempre in merito alla vertenza riguardante i due licenziamenti.

Bologna, 19 gennaio 2018
p. la Fiom-Cgil Bologna
Amos Vezzali