Oggi l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori, iscritti alla CGIL e simpatizzanti, di CUP2000 delle sedi di Bologna e di Minerbio con il proprio voto favorevole ha dato pieno mandato alla posizione politica e sindacale che la CGIL rivendicherà al tavolo di confronto con la Regione.
La proposta della CGIL è la seguente:

  • è necessario procedere rapidamente , senza ulteriori rinvii, alla definizione del progetto di legge relativo al riordino delle società partecipate della Regione Emilia Romagna;
  • il progetto dovrà essere discusso con le OO.SS., e dovrà prevedere i contenuti del Protocollo sottoscritto il 7/7/2016 tra OO,SS. e Regione per garantire la piena tutela occupazionale e la valorizzazione professionale per tutti i lavoratori interessati dal riordino;
  • è necessario realizzare la fusione delle quattro società consortili in house della Regione (ASTER/ERVET/FBM e CUP2000/LEPIDA) e per quanto riguarda CUP2000/Lepida il passaggio della fusione è la precondizione per avviare un confronto sulle prospettive di sviluppo e di crescita della società in house;
  • i percorsi di fusione si realizzeranno sulla base di piani industriali delle società che saranno oggetto di confronto con le OO.SS. confederali e di categoria.

FILCAMS CGIL Bologna

Gianluca Taddia

CdLM Bologna

Alessio Festi

CGIL Emilia Romagna
Antonella Raspadori