Firmato ieri, 14 dicembre, nella sede municipale di Casalecchio di Reno (Bo), l’accordo sul bilancio 2018 tra l’Amministrazione comunale e i rappresentanti territoriali delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil.

Segnaliamo tra i punti forti dell’accordo:
– l’invarianza delle tariffe dei servizi e, per le famiglie in difficoltà, l’aumento del numero di rate per i pagamenti dei debiti pregressi. Inoltre, le tariffe dei servizi scolastici sono rimaste attestate ai livelli stabiliti nel bilancio 2017;
– sul fronte dei progetti sociali, si sono condivise le azioni di contrasto all’emergenza abitativa e il percorso di realizzazione dell’Emporio solidale, nonché le azioni di contrasto alle ludopatie, tra le quali figura la riduzione dell’80% della Tari (Tassa rifiuti) per gli esercizi commerciali che dismettono le slot machine e aderiscono al progetto Slot FreeEr;
– sul piano degli investimenti, è stata sottolineata l’importanza dell’ampio progetto di sostituzione dell’illuminazione pubblica e di riqualificazione energetica di scuole ed edifici pubblici derivante dal recente contratto con Manutencoop;
– condivisione anche sul fronte delle politiche ambientali: in particolare sul percorso che porterà alla costruzione metropolitana del bando per la raccolta rifiuti;
– infine, unanimità sull’attenzione a una migliore equità fiscale e a un efficace recupero dell’evasione.

Dichiarazioni

Massimo Bosso, Sindaco di Casalecchio di Reno
“Vorrei sottolineare il valore del rapporto con il sindacato e il coinvolgimento delle forze sociali nell’accordo sul bilancio del prossimo anno. Un 2018 nel quale puntiamo a una crescita economica attraverso investimenti pubblici e privati sul nostro territorio. Un bilancio, inoltre, che salvaguarda i livelli di welfare, in particolare i servizi alle famiglie in difficoltà e l’attenzione ai servizi educativi e scolastici”.

Gianni Monte, Cgil
“Una programmazione strategica del territorio che, tramite la contrattazione confederale territoriale fatta con i sindacati, porta il Comune di Casalecchio ad anticipare, ogni volta, un pezzo del proprio futuro. L’accordo sul budget 2018 firmato ieri, infatti, va nella direzione di un nuovo modo di concepire la governance di tutto il territorio.
I punti salienti dell’accordo sono:
– il potenziamento delle funzioni associate in Unione, che dimostra come il “gioco di squadra” tra i municipi non si traduca solo in risparmi ma anche in benefici su welfare e servizi;
– nessun aumento delle tasse, perché crediamo che, davanti ai flebili segnali di ripresa che si registrano in tutto l’hinterland, sia importante lasciare invariata la pressione fiscale;
– investimenti sul sociale e sul trasporto pubblico locale, due diritti il cui accesso a Casalecchio sarà sempre più garantito in chiave universalistica;
– potenziamento dei servizi alla persona (partendo dalle diverse forme fragilità), con particolare attenzione alla morosità incolpevole;
– incremento della lotta all’evasione e all’elusione fiscale, da cui si possono recuperare altre risorse da reinvestire sul territorio”.

Alberto Schincaglia, Cisl
“Riteniamo che l’accordo sul bilancio di previsione del Comune di Casalecchio di Reno contenga elementi particolarmente significativi ed importanti per tutti i cittadini e per i nostri rappresentati. Ciò a partire dall’invarianza della pressione fiscale, dall’impegno a contrastare l’evasione e l’elusione fiscale utilizzando le risorse recuperate nella c.d. filiera del Welfare. Vengono confermati ed incrementati i livelli delle prestazioni sociali sia per le famiglie che per gli anziani, inoltre, abbiamo ritenuto importante continuare a garantire il servizio nido anche per i bimbi più piccoli, servizio che non sempre viene garantito nei comuni di media entità. Abbiamo altresì convenuto sul continuare a rafforzare i servizi condivisi in Unione nella consapevolezza che, mettendo insieme gli sforzi, gli enti locali possono ampliare l’efficacia e l’efficienza dei servizi offerti ai cittadini. Ovviamente, la firma dell’accordo non significa che il lavoro comune è finito, anzi proprio per lo spirito di collaborazione che ha contraddistinto in questi anni i rapporti tra organizzazioni sindacali ed Amministrazione, il lavoro comune proseguirà sui tavoli di confronto definiti per la concreta attuazione dell’accordo”.

Luciano Roncarelli, Uil
“Esprimiamo soddisfazione per quanto prodotto unitariamente al fine di riuscire a confermare e implementare le diverse politiche intraprese sin dagli anni precedenti in materia di contenimento e abbassamento della spesa privata dei singoli cittadini: l’abolizione della Tasi sull’abitazione principale è un esempio concreto. Inoltre, si allarga la schiera degli interlocutori in merito al tema della sicurezza alla persona fisica tanto da prevedere dei momenti dedicati nei prossimi consigli. Infine, in tema di mobilità sostenibile, si conferma l’impegno di tutte le parti nel richiedere risorse aggiuntive alla Città Metropolitana al fine di evitare il taglio di mezzi che collegano la città alle principali aree commerciali che rappresentano un valore aggiunto per la collettività”.