Questa mattina i delegati della FIOM dello stabilimento Magneti Marelli di Crevalcore hanno distribuito a tutti i lavoratori all’ingresso in fabbrica una lettera aperta indirizzata al Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in visita oggi a Crevalcore, nel Bolognese, con un passaggio anche in azienda.

Con questa lettera abbiamo voluto evidenziare il punto di vista di chi, nei terribili giorni del terremoto, ha dovuto lottare anche per difendere il lavoro e lo stabilimento.
Sono gli stessi lavoratori che oggi chiedono che sia garantita la democrazia fuori e dentro i luoghi di lavoro (a partire da FCA) e un piano di investimenti pubblici e privati per la riconversione ecologica delle produzioni in direzione di una mobilità elettrica in cui la Magneti Marelli potrebbe essere uno degli attori di primo piano.

I delegati della FIOM hanno consegnato la lettera al Consigliere Politico del Presidente a margine dell’incontro all’Auditorium di Crevalcore.

Fiom-Cgil Bologna

Michele Bulgarelli