Oggi pomeriggio, 1° febbraio 2017, le sigle sindacali hanno firmato l’accordo applicativo che permettera’ il riconoscimento a circa 190 dipendenti di ASP Città di Bologna delle progressioni orizzontali.
Le parti sociali hanno firmato un verbale che conferma quanto già trattato nei mesi scorsi, ovvero la conferma dello stanziamento di circa 90.000 euro che consentiranno a quasi metà dei dipendenti dell’ente un passaggio di livello, dopo oltre sette anni di blocco.

In particolare, le parti si sono concentrate sull’armonizzazione delle schede di valutazione degli anni 2015 e 2016, e sui criteri di assegnazione delle progressioni.

Secondo quanto previsto dal verbale d’accordo potranno percepire l’avanzamento un’importante quota di dipendenti. Per la Fp-Cgil di Bologna si tratta di un accordo estremamente positivo che permetterà a decine di lavoratori una avanzamento economico, soprattutto a quelli concentrati nelle fasce economiche più basse, operatori sociosanitari e operai. Sindacati e azienda hanno infatti deciso di definire criteri e passaggi che vedono un utilizzo importante di risorse sulle fasce economiche che fanno capo alla categoria B, ovvero quei lavoratori che hanno risentito di più di anni di blocco contrattuale e di progressioni.

Nel caso in cui più dipendenti abbiano raggiunto lo stesso punteggio valutativo negli anni 2015 e 2016 si è deciso di assegnare l’eventuale progressione seguendo criteri di anzianità.